21 febbraio 2019

Se ti muovi mangi meno e ingrassi meno

L’esercizio che dona un senso di sazietà ci permette di bruciare le calorie di troppo e mangiare meno dopo.

Due piccioni con una fava: ecco come raffigurare, utilizzando un modo di dire, il beneficio derivante dal fare esercizio fisico. In questo modo ci si può giovare dei vantaggi offerti dal movimento combinandoli con un senso di sazietà che aiuta a mangiare di meno.

A sostenere che l’esercizio fisico sensibilizza i neuroni (le cellule nervose) donandoci una sensazione di sazietà è il dott. Josè Barreto C. Carvalheira dell’Università di Campinas in Brasile. L’attivo ricercatore ricorda che l’eccessivo consumo di grassi provoca dei problemi nella trasmissione cellulare da parte dei neuroni nei confronti del controllo del senso di sazietà nell’ipotalamo, una specifica regione del cervello.

Lo studio, pubblicato  sulla rivista Public Library of Science-Biology, evidenzia il problema dell’obesità che sta raggiungendo cifre mai viste e sta dilagando in tutto il mondo. Questo stato di cose è una grave minaccia per la salute delle persone e per la spesa sanitaria.

Secondo una dichiarazione dell’Università di Campinas i problemi di peso affliggono ormai il 40% della popolazione mondiale. Questo fattore, legato alla cattiva trasmissione delle informazioni da parte dei neuroni può spingere una persona  a cibarsi oltre misura con la conseguenza di ingrassare, anche considerevolmente.

Il dottor Carvalheira e colleghi hanno dimostrato in un test condotto su modello animale come l’esercizio fisco abbia riattivato la corretta funzione dei neuroni dell’ipotalamo di un gruppo di topi donando loro una giusta sensazione di sazietà inducendoli a mangiare di meno, rispetto a quando i neuroni non erano attivi.

Ecco, quindi, che fare esercizio può farci spendere maggiori energie e bruciare calorie in modo da evitare di accumulare grasso in  eccesso, in più  può ridurre il senso di fame e farci mangiare  meno … forse; perché non si sa come mai, ma a molte persone dopo aver fatto movimento gli viene una fame che ….

 

Da La Stampa del 26.8.2010

 

Articoli correlati


Speak Your Mind

*