21 gennaio 2019

Risotto con la zucca

Ecco il classico risotto alla zucca, una gustosa ricetta tradizionale dell’Italia del Nord, dove le zucche sono coltivate in abbondanza. Non dovete pensare che il risotto alla zucca sia un piatto solo per l’Autunno o l’Inverno,  anche in Estate ci sono delle belle zucche che si prestano alla preparazione di questo risotto.

Questa è una ricetta  completa, ma se volete potete personalizzarla con degli  altri  ingredienti, come ad esempio dei Funghi Finferli, del Monte Veronese,  dello Speck, oppure se amate i piatti veramente ricchi con dei rocchetti (pezzetti) di Salsiccia, o come meglio la vostra fantasia vi suggerisce.

Ingredienti per il risotto alla zucca (dosi per 4 persone)

– 600 g. di zucca da pulire (ma se fosse di più è ancora meglio)
– 1 litro  circa di brodo di carne o vegetale
– 320 g. di riso per risotti, (ad esempio Arborio o Carnaroli)
– 1 dl. di panna da cucina
– 1/2 cipolla tritata finemente
– 1 bicchiere di vino bianco secco di ottima qualità
– 3 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
– una nocina di burro
– sale e pepe macinato o pestato al momento q.b.
– poco prezzemolo tritato (opzionale)
– parmigiano grattugiato o in lamelle a piacere

Preparazione

 Pulite la zucca eliminando la scorza, i semi e i filamenti, poi tagliatela a dadini molto piccoli.
Fate appassire la cipolla tritata con l’olio, gettatevi il riso, fatelo tostare mescolando, poi bagnate con il vino bianco e fatelo evaporare.
Fate cuocere il risotto bagnandolo con il brodo caldo, (vi suggeriamo di preparare voi stessi il brodo di carne) versando un mestolo alla volta; a metà cottura (circa dopo 10 minuti) unite anche la zucca.
A fine cottura unite la panna, il burro, il prezzemolo se lo usate, e un po’ di sale e di pepe e anche un po’ del parmigiano che avevate già preparato; mescolate il tutto e lasciate riposare un paio di minuti coperto.
Servite questo splendido risotto completando con parmigiano grattugiato o in lamelle.

Come vino si potrebbe abbinare un Bianco di buona struttura (bassa produzione per ettaro ed eventualmente affinamento in legno), discreta freschezza e persistenza gusto olfattiva, buona morbidezza acquisibile con l’affinamento; eventualmente anche effervescenza.

 Buon Appetito

Articoli correlati


Speak Your Mind

*